Giornata dell’acqua

Il 22 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell’acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per dedicare una giornata al problema dell’acqua, al suo uso alle volte spropositato e a quella parte del mondo dove ancora oggi, nel 2021, avere un po’ di acqua è un lusso.

L’acqua è uno se non il più grande bene comune che abbiamo al mondo, ricchezza assoluta di questo pianeta, sinonimo di vita.

Chiunque tu sia, dovunque tu sia, l’acqua è un diritto umano

sito ufficiale della giornata mondiale dell’acqua

Salvaguardiamo l’acqua pensando a tutta quella gente che ancora oggi non ha a disposizione l’acqua. Non sprechiamola mentre ci laviamo i denti o laviamo i piatti; stiamo attenti al carico della lavastoviglie o a quella della lavatrice, riutilizziamola quando possibile per annaffiare le piante o pulire il terrazzo.

L’acqua è vita , ordine, potenza, bellezza non lo dimentichiamo.

E per ricordare questo giorno ho deciso di citare alcuni dei libri che ho letto che hanno come protagonista l’acqua, alle volte è quella del mare, altre quella desiderata, spesso è potenza che devasta e alle volte un pensiero filosofico…

Vita di Pi, di Yann Martel: Il protagonista, un ragazzo molto particolare, si ritrova in una scialuppa in compagnia di una tigre in pieno Oceano. Deve razionare l’acqua che ha a disposizione nella scialuppa e condividerla con la tigre e rischia di morire sbranato, affamato o disidratato. O ancora pazzo!

La forma dell’acqua di Andrea Camilleri: la prima indagine del Commissario Montalbano, uno dei suoi capolavori dove durante la ricerca dell’assassino qualcuno gli dice che l’acqua non ha forma ma, in base al recipiente che la ospita può mutare, la stessa acqua può diventare cilindrica o quadrata. Ma la sua essenza rimane sempre acqua!

Il vecchio e il mare di Ernest Hemingway: Il capolavoro del grande scrittore americano che grazie a questo breve e intenso romanzo ha ottenuto il Nobel per la letteratura, parla di una lotta tra l’uomo e la natura attraverso un vecchio pescatore e un grosso pesce. Chissà perché l’uomo soccombe sempre!

Che la festa cominci, Niccolò Ammaniti: Crudele e amaro come solo Ammaniti riesce a essere… a un tratto, nel bel mezzo della festa cool piena di personaggi illustri e vip vari, una setta satanica infiltrata e degli ex atleti sovietici nascosti nelle catacombe romane, una tubatura dell’acqua si rompe e comincia a sgorgare violenta spazzando via molto di quel mondo fatto di falsità e ipocrisia, senza pensare ai buoni e ai cattivi, divinamente imparziale!

La pietà dell’acqua, di Antonio Fusco: estate rovente, un omicidio, un passato che ritorna e l’acqua che stavolta si nasconde per rivelare una verità che è rimasta sepolta per tanto tempo.

“Leaving No one behind”

Se ti è piaciuto questo post e ti va di seguirmi anche su Instagram guarda qui sotto:

Un pensiero su “Giornata dell’acqua

  • 22 Marzo 2021 in 20:56
    Permalink

    Molto interessante questa ricerca .. ne ho letti parecchi tra le tue proposte!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *