Jane Austen e il suo mondo al cinema

Se vi è una scrittrice che è molto amata dalla celluloide è Jane Austen.

Perché le storie in costume, soprattutto se dell’epoca vittoriana, sono sempre apprezzate (si guarda Bridgerton), perché la Austen, diciamolo, era molto più avanti dell’epoca in cui viveva (sì, come le sorelle Bronte), perché i suoi intrighi fatti da poesie e lettere d’amore, passeggiate e picnic, balli con bei vestiti e candele che illuminano i visi delle fanciulle, e complicazioni varie non passano di moda. Quindi ogni tanto è giusto riproporre un suo libro, scriverne la sceneggiatura e se si è fortunati vincere anche l’oscar (si veda più in giù). Jane Austen è un punto fermo e con i suoi libri non ci si sbaglia mai… o forse sì?

Mettiamo che Orgoglio e pregiudizio sia uno dei libri più amati e letti, che ha appassionato milioni di lettori da decenni e le sue trasposizioni cinematografiche sono state viste e riviste; io ho amato e visto quello con Keira Knightley non so quante volte e quella scena, sì, lo sapete, quella quando piove e Mr Darcy viene rifiutato da un’orgogliosa Elizabeth, la adoro, e non perché l’uomo ne esce sconfitto (sappiamo benissimo che Elizabeth ha equivocato le azioni dell’uomo) ma per la tensione che vi è tra di loro. Per onor di cronaca, prima di questo film Mr Darcy è stato interpretato anche da Colin Firth in una miniserie di 6 puntate andate in onda nel 1995 per la BBC.

Cosa c’è in Orgoglio e Pregiudizio che ci appassiona tanto? Personalmente posso dire che già dalle prime parole di quel famoso incipit conquista e fa sorridere, tiene il lettore legato alle pagine e la scrittura è moderna e frizzante. Il nostro Mr Darcy è come ci immaginiamo il nostro principe azzurro. Niente muscoli e tanto cervello, riservato, anche un po’ pungente delle sue battute (dai almeno non ci annoiamo) e, dietro quella corazza da riccone che non gli frega nulla del prossimo, ha un cuore buono al punto giusto, tipo la crema delle sfogliatelle napoletane…

Un capitolo a parte voglio dedicarlo a, credo, il mio film preferito tratti dai romanzi della Austen (Mr Darcy, non prendertela a male!). Ragione e Sentimento diretto da Ang Lee è il primo romanzo della Austen e già lì vi è tutto il suo mondo. Delle deliziose, intelligenti ma “in disgrazia” ragazze, una timida l’altra più passionale, passeggiate nelle belle campagne inglesi, ricevimenti e visite di cortesia molto imbarazzanti. Nel film Emma Thompson oltre a essere la protagonista di questa bellissima storia ne firma la sceneggiatura ed è così brava (ne avevamo dubbi?) da vincere proprio un Oscar per la sceneggiatura. Kate Winslet, a tratti così passionale che vorresti scuoterla e dirle “apri gli occhi, amica”, poiché molto credibile nella parte della ragazzina che si sta distruggendo per amore e credo che interpretare questa parte l’aiutò molto quando dovette affrontare Ofelia in Amlet. Hugh Grant interpreta l’impacciato Edward Ferras (credo che gli occhi sognanti abbiamo permesso a Hugh Grant di impersonare tutti gli impacciati del grande schermo degli anni ’90 e i primi del 2000). E comunque, come tutti si aspettano, vi è il lieto fine e alle volte il primo amore è quello per sempre, altri è un abbaglio!

Poi abbiamo Emma, interpretata da Gwyneth Paltrow che mi è molto simpatica con tutti quei capricci e modi di fare. No, non l’ho trovata affatto detestabile, anzi… Gwyneth non mi è mai stata tanto simpatica come attrice, nulla di personale, ma non è riuscita mai a entrare nelle mie grazie e non me ne frega se ha rinunciato a interpretare Titanic per Sliding Doors perché ha creduto di più in una storia di poche sterline contro quella megalomane di Cameron, o se ha interpretato tante belle pellicole o ha una figlia che si chiama Mela (Apple) Martin; eppure mi è piaciuta parecchio in questa commedia, molto leggera e divertente.

Sono tante le pellicole ispirati ai romanzi della Austen: Mansfield Park (1999), il gotico  L’abbazia di Northanger (2007) e Persuasione (1995)… Io ancora non li ho visti e quindi non li posso giudicare, ma presto mi rifarò e magari vi aggiornerò!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *