Giornata mondiale del Libro

Giornata mondiale del Libro

Oggi 23 aprile 2020 è la giornata mondiale del libro.

Stiamo vivendo un periodo particolare, non solo in Italia ma in tutto il mondo. Come se la natura si fosse ribellata, noi, i padroni di questa terra che abbiamo usurpato (ieri era tra l’altro la giornata mondiale della terra) siamo costretti a retrocedere, chiusi in casa a causa di un virus che ci ha cambiato l’esistenza. Non abbiamo, proprio in questo periodo storico, bisogno dei libri? Per consolarci, tenere compagnia, paragonare, condividere, comparare.

Sì proprio comparare.

Perché spesso ci dimentichiamo del passato e solo i libri possono ricordarci da dove veniamo e il grande percorso che abbiamo compiuto per arrivare in questo stato di cose.

Si dice da troppo tempo che il libro ormai è vecchio, che non si legge più eppure abbiamo bisogno di questo strumento, soprattutto cartaceo, per consolarci e vivere tante vite.

Attraverso i libri possiamo amare, sognare, viaggiare. Quanti posti possiamo visitare come una macchina del tempo. Possiamo vivere in una Parigi del ‘700 o in una cupa Londra dell’epoca Vittoriana; possiamo stare in una glamour e contemporanea New York o in un’Italia del boom economico.

Comunque sia il libro è utile e un buon amico!

Perché si è scelta questa giornata per festeggiarlo?

La giornata mondiale del libro si festeggia dal 1996 ed è stata scelta questa data per via di compleanni e morte illustri nel mondo letterario: William Shakespeare è nato e morto proprio in questo giorno! Nato in questa data Nabokov (ma sia per Shakespeare che per Nabokov ci sono dei piccoli dibattiti dovuti al calcolo dei giorni per il calendario gregoriano, mentre sono morti anche Miguel de Cervantes, Pamela Lyndon Traverse Garcilaso de la Vega. Sono piccole coincidenze che rendono questa data importante.

La giornata del libro in Catalogna

La nascita della giornata del libro ha origini in Catalogna, prima però veniva festeggiata il 6 febbraio. Da quando la giornata del libro è stata spostata è diventata una giornata particolare. Infatti, il 23 aprile e la festa di San Giorgio, protettore delle rose, quindi, in Catalogna, ogni libro che si acquista si ha in regalo una rosa. Un motivo in più per acquistare libri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *