Blog e scrittura: perché aprire un blog che parla di libri e scrittura

Blog e scrittura: perché aprire un blog che parla di libri e scrittura

Perché mai aprire un blog che parla di libri e scrittura?

La risposta che mi sono data è semplice:

Se amo scrivere è perché amo le parole, se amo le parole è perché amo leggere, se amo leggere è perché amo i libri.

Libri è scrittura sono inscindibili anche se è vero che non tutti i lettori sono scrittori e, ahimè, non tutti quelli che scrivono e pubblicano libri sono lettori!

Ma ritorniamo ai libri, alla scrittura e al blog.

Spesso ci ritroviamo a leggere dei libri che ci segnano e vogliamo parlarne, ne parliamo magari sui social ma poi pensiamo che non sia abbastanza. Ecco perché il blog ci viene d’aiuto. Sappiamo quanto sia delicato e momentaneo la presenza dei social, come le mode passino e come spesso i nostri contenuti possano venire spazzati da un momento all’altro. Questo io lo chiamerei “effetto myspace”, un luogo che, personalmente, non ho visitato e non ho mai sentito mio. Tempo di capire cosa fosse realmente ed era passato di moda a causa di Facebook.

I blog oggi sono cambiati tantissimo anche a causa dei social. Chi ti segue lo fa perché ti ha conosciuto sui social e da’ una sbirciata anche nel blog. Il blog sembra un posto strano, da visitare per capire perché ci sei e perché scrivi. Il blog diventa quel posto in più per conoscerti, quel posto che utilizzi per dare spazio alle tue idee e alle tue creazioni.

Il blog poi è una cosa difficile. Molto difficile da sponsorizzare, difficile da gestire, difficile da aggiornare. Ci vuole pazienza ci vuole tempo e tanta motivazione. Se non sei motivato non potrai tenere un blog aperto per tanto tempo.

Se apri un blog che parla di scrittura e libri e poi non hai idee e non sai di cosa scrivere hai perso in partenza. Se ami la scrittura e la lettura dovresti sapere di cosa parlare. Di libri, di scrittori, di leggende metropolitane di scrittori famosi, di tutto quello che amano leggere i lettori.

Un blog del genere deve essere genuino e per mandarlo avanti devi trasmettere la tua passione, la passione per i libri che leggi e ami, essere coerente con le tue scelte e esprimerti in maniera originale.

Spesso mi ritrovo in blog che parlano di libri e lo fanno in maniera fredda. Copiano e scopiazzano la quarta di copertina, danno alcune indicazioni, prezzo, casa editrice, e ti chiedi “ma questo tipo ha veramente letto il libro? Lo ha solo sfogliato, copiato due frasi a caso e basta?”

Non farti prendere dal panico, non ce n’è bisogno. Se ami leggere e hai dei tuoi pensieri su alcuni testi, anche i classici, devi esprimerli con le tue parole, cerca di evitare lo spoiler e non dilungarti con la trama perché, soprattutto se è un libro famoso o un libro che stano promuovendo tutti la sinossi la troverai ovunque tra giornali e siti web. Il lettore non vuole rileggere dieci volte la trama, per convincerlo ad acquistare un romanzo o convincerlo a seguirti devi dare la tua versione del libro, un lato diverso, una prospettiva in più.

Perché se apri un blog per scrittura e libri lo fai per emozionarti ed emozionare, non per essere come gli altri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *